Presto una vita cade a pezzi

Può succedere in ogni momento, una persona cara si ammala gravemente o all' improviso non c'è più. Oppure noi stessi sperimentiamo come è fragile la vita.

Malattie e incidenti possono cambiare tutto. Come l'incidente nella Invalidenstrasse di Berlino: un uomo guida e viene sorpreso da un attacco epilettico; Supera quattro persone e le uccide, incluso un bambino di tre anni.

La vita è minacciata e fugace

L'uomo, si potrebbe dire, è permanentemente in pericolo; È fragile e può sempre andare in rovina. In qualsiasi momento può succedere qualcosa che rende una persona dipendente dall'aiuto o che termina la sua vita.

Questi sono pensieri che molti - comprensibilmente - tendono a respingere perché sono così deprimenti.
Più spazio viene dato a tali considerazioni solo quando qualcuno entra in contatto con la malattia o è vicina alla morte, che si tratti di se stessi o di persone correlate.

Vaso di argilla

In una lettera di quasi duemila anni, l'insegnante cristiano Paolo descrisse l'uomo come una nave fatta di argilla. Ha letteralmente scritto: "Portiamo in noi questo prezioso tesoro, anche se siamo solo fragili navi. Quindi tutti si renderanno conto che il potere straordinario che opera in noi viene da Dio e non da noi stessi. "

(La Bibbia, Seconda Lettera ai Corinzi, capitolo 4, versetto 10)

Questo con la fragilità è facile da capire. Ma cosa intende Paolo in riferimento al "tesoro prezioso" custodito nella pentola di terracotta? Per questo devi guardare nella lettera prima della frase. Paolo scrive: "Come Dio una volta comandò:

"La luce esploderà dalle tenebre!", così anche la sua luce ha illuminato i nostri cuori. Ora comprendiamo chiaramente che la gloria di Dio si irradia in Gesù Cristo ".

Dalle tenebre Dio fa la luce

Paolo ricorda che Dio ha creato il mondo. E nel processo di creazione, l'oscurità è diventata luce. È successo sulla Parola di Dio e sul Suo comando. Allo stesso modo, attraverso la sua Parola, Dio può trasformare le tenebre nel cuore di un uomo nel contrario e dare la sua luce, secondo il paragone di Paolo.
Questa luce è Gesù stesso.

Quando le persone vogliono vivere con Gesù, riempiono la propria vita con la Sua luce.

E Paolo chiama questa luce e la presenza di Gesù nella vita di un uomo un "tesoro prezioso".

Luce che porta alla vita

Quando Gesù viaggiò attraverso Israele come insegnante e messaggero, si descrisse come la luce: "Io sono la luce del mondo. Chi mi segue non vagherà nelle tenebre, ma ha la luce che lo porta alla vita. "(La Bibbia, Vangelo di Giovanni, capitolo 8, versetto 12)
Questa parola di Gesù, è anche un impegno, è attuale e potente come sempre. Svolge il suo potere ogni volta che qualcuno dà la vita sotto la direzione di Gesù. Chi lo fa richiede solo una breve preghiera, nella cui vita entra la luce.

 

Traduzione dal tedesco: V. D´Aversa /E. Schembre

Autore: Norbert Abt
Fonte: Jesus.ch