TobyMac: «Voleva essere un uomo con delle cicatrici e con una storia da raccontare»

Truett Foster McKeehan, il figlio maggiore del rapper cristiano TobyMac, è deceduto da poco. Aveva solo 21 anni. Nonostante la tragedia, Toby e Amanda si aggrappano fortemente a Dio: «Noi seguiamo Dio, perchè lo amiamo. Per noi è un onore. Lui è il Dio delle valli e delle colline.»

TOBYMAC con suo figlio TRUETT

Truett muore a casa sua a Nashville. TobyMac interrompe subito il suo Tour in Canada per tornare dalla sua famiglia. Non hanno annunciato ulteriori dettagli sulla sua morte. Truett era un aspirante Rapper. Negli ultimi anni pubblicò alcuni video online con diversi nomi d’arte come «Shiloh», «truDog» und «TRU». La sua prima Live Show fu solo una settimana fa.

TobyMac scrisse addirittura una canzone dal titolo «Scars», che descrive come il rapporto con il figlio maggiore cambiò dopo che il giovane artista lasciò la casa dei genitori per abitare da solo.

«Se ne va e affronta il mondo»

Nell‘anno 2018 racconta TobyMac nel giornale «The Tennessean», come fu difficile per lui, quando Truett lasciò casa: «Fino adesso la nostra casa è stata un posto sicuro, un luogo di amore. E adesso il mio primo figlio lascia casa. Va e affronta il mondo. Non è facile vedere come viene tagliato e schiacciato.»

Non scelse la via semplice

TobyMac dice che suo figlio era «un vero artista». «Lui si esprimeva con la musica che faceva. Con questo intendo dire che la scriveva, la registrava, la produceva, la mixava e la definiva», scrive TobyMac. «Avrebbe potuto facilmente prendere la via più semplice e pubblicare musica a 12, 14, 16 oppure 18 anni, ma ha sempre detto, che prima di farlo, voleva vivere la sua vita per avere qualcosa da dire»

E ancora: «non voleva essere una star per bambini, voleva essere un uomo con cicatrici e con una storia da raccontare. Questa scelta l’ho sempre  ammirata, rispettata e sostenuta.»

«La bibbia lo ha smosso»

«Truett si appoggiò a Dio. La bibbia lo aveva smosso. Il suo cuore era caldo per ciò che riguardava il suo re. Un uomo rotto, che riconosce di avere la necessità di un salvatore. E così che era Truett e come bisogna ricordarlo», scrive TobyMac su Instagram.

Soltanto una settimana fa il giovane artista ebbe la sua prima live show. TobyMac disse che fu l’ultima volta che vide suo figlio, perchè il giorno dopo andò in canada.

«Gioia in un mondo pazzo»

«Mentre mi trovavo in mezzo al pubblico e vedevo come mio figlio portava gioia in quella stanza, ero molto orgoglioso» Questo fu il punto più alto per il sogno di Truett. «La nostra musica e ciò che diciamo, non può che essere diverso, ma il risultato fu lo stesso ... e ciò, in questo mondo folle, porto gioia in quel locale pieno di persone .»

L’artista 55enne spiega che lui e sua moglie Amanda Levy McKeehan credono ancora in Dio. «Vogliamo che il mondo lo sappia. Non seguiamo Dio perchè abbiamo un accordo, del tipo: ‘Ti seguiamo solo se ci benedici.’ Noi seguiamo Dio perchè lo amiamo. Per noi è un onore. Lui è il Dio delle valli e delle colline. E soprattutto, è meraviglioso»

 Traduzione dal tedesco: E. Schembre
Autor: Daniel Gerber
Quelle: Livenet / Christian Post / Christian Today