<<Mamma, mi tolgo la vita!>>

Simone Hodel credeva di avere una buona vita.  Stava bene. Ma poi suo figlio rivela i suoi pensieri suicidi. La domanda del senso della vita, arrivò di fretta - con essa arrivò anche la risposta...

Simone Hodel rimase scioccata quando il suo figlio undicenne Robin la confrontò seriamente con il pensiero di togliersi la vita. La sua motivazione: La vita è priva di senso, studiare e lavorare - tutto questo non ha senso.

Quando una mamma non ha una risposta adeguata

Simone rimase colta alla sprovvista. Stravolta da numerosi dubbi disse:<< Se ti togli la vita, te ne vai all'inferno.>> In qualche modo doveva pur fargli cambiare idea. Ma Robin non fu soddisfatto dalla risposta. << Ma dimmi mamma, qual'è il senso della vita?>>

Era chiaro che Robin non avrebbe trovato pace, se prima non trovasse un senso alla sua vita terrena. Ma cosa avrebbe potuto dire Simone? A questa domanda, aveva una risposta almeno per se stessa?

<<Prego da due anni, che tu mi ponga questa domanda>>

<<La domanda, di quale sia il senso della mia vita, non mi usciva dalla testa>>, ricorda Simone. Aveva realizzato i suoi sogni per la vita, imparò la professione tanto desiderata da allevatrice di cani, a 21 anni visse 6 mesi negli USA, aveva un buon marito, una grande casa e tanti animali. <<Avevo tutto, ma nonostante questo mi sono chiesta: e adesso? Questo è tutto?>>

Quel giorno venne nel salone una cliente con il suo barboncino. Simone le chiese se conoscesse il senso della vita. <<Oramai prego da due anni che tu mi ponga questa domanda>>, rispose la cliente. Simone rimase sorpresa e naturalmente aperta ad ascoltare. Addirittura accetta di visitare un corso cristiano.

Dare la prorpia vita a Dio?

Simone visitò il corso per molte sere e rimase molto sorpresa, di quante risposte ricevette alle sue domande. Quando le fu offerto di fare una preghiera, i suoi pensieri si capovolsero. <<Mi piaceva la preghiera - fino a quell'ultima frase. La frase diceva: 'Signore Gesù, prendi tu il controllo della mia vita e cambiami come piace a te.>> Questo fu come una sfida per lei. A dir la verità aveva già una buona vita e non voleva che Dio magari alla fine la mandasse in un convento.

Per due settimane lotta contro questa decisione, si imbatte in discorsi e alla fine si decide di dare  la sua vita a Gesù - senza cambiamenti. <<Quando dissi la preghiera, avenne qualcosa di soprannaturale. Nel mio cuore si aprì uno spazio che venne riempito di puro amore. Non mi sono mai sentita così amata. Ho avuto lacrime agli occhi, perchè in quel momento, avevo realizzato che ora sono una figlia di Dio.>>

Arrivata a destinazione

Simone raccontò a Robin: <<Ho trovato il senso della vita!>> Lui dimostrò interesse e accompagnò la madre nella comunità cristiana. Non passò molto tempo e anche lui diede la sua vita a Gesù. La domanda del senso della vita non gli passò più per la testa.

Questo avvenimento avvenne 17 anni fa. Simone dice con convinzione:<<Grazie alla comunione con Gesù Cristo a nostra vita è stata riempita e ha un senso.>>

Traduzione dal tedesco: E. Schembre

Autore: Markus Richner-Mai

Fonte: Traktat «besser läbe»