Menu
Tablet menu

I testimoni di geova usano spesso una scrittura, per fare credere, che l'anima muore e che dopo la morte del corpo, lo spirito non va da nessuna parte, in pratica per i tdg non esiste un'aldila.Loro usano la scrittura di Salmi 146:4, dove il corpo direttivo geovista ha MANIPOLATO LA LORO BIBBIA, la traduzione del nuovo mondo TNM, cosí che rendono cosi questo verso:

 

''il suo spirito se ne esce, egli torna al suo suolo, in quel giorno periscono in effetti i suoi PENSIERI''. (TNM)

 

Ora letta cosí la scrittura sembra davvero dire che alla morte cessano I PENSIERI dell'uomo, di conseguenza secondo questa FALSA TRADUZIONE, I MORTI NON PENSANO, CESSANO DI PENSARE.

Ma le cose stanno veramente cosí?

Vediamo come traducono invece altre traduzioni della bibbia.

 

Salmi 145:4 (C.E.I-Geusalemme)

4 Esala lo spirito e ritorna alla terra;

in quel giorno SVANISCONO tutti i suoi DISEGNI.

 

Salmi 146:4 (Luzzi-Riveduta)

4 Il suo fiato se ne va, ed egli torna alla sua terra;

in quel giorno periscono i suoi DISEGNI.

 

4 Il suo fiato uscirà, ed egli se ne ritornerà nella sua terra; In quel dì periranno i suoi DISEGNI. (Diodati)

 

4 Il suo fiato se ne va, ed egli ritorna alla sua terra;

in quel giorno periscono i suoi PROGETTI. (Nuova Riveduta)

 

Tutte le altre bibbie sono concordi dunque nel tradurre che a perire NON SONO I PENSIERI, come vorrebbero fare credere i testimoni di geova, ma a perire sono I PROGETTI I DISEGNI dell'uomo terreno. Cioé tutti i progetti e i disegni di questa vita terrena, nell'aldila cessano.Ma il pensiero invece non cessa affatto.Nell'aldila si é COSCIENTI INVECE.IL PENSIERO NON CESSA AFFATTO.

La bibbia dei testimoni di geova é una bibbia FALSA, BUGIARDA E MANIPOLATA APPOSTA, PER INGANNARE.

 

Gesú stesso in una parabola illustró che dopo la morte ci si puó trovare nel tormento oppure nella beatitudine.

 

Luca 16:19-31

 

22 Avvenne che il povero morì e fu portato dagli angeli nel seno di Abraamo; morì anche il ricco, e fu sepolto. 23 E nell’Ades, essendo nei tormenti, alzò gli occhi e vide da lontano Abraamo, e Lazzaro nel suo seno; 24 ed esclamò: “Padre Abraamo, abbi pietà di me, e manda Lazzaro a intingere la punta del dito nell’acqua per rinfrescarmi la lingua, perché sono tormentato in questa fiamma”. 25 Ma Abraamo disse: “Figlio, ricòrdati che tu nella tua vita hai ricevuto i tuoi beni e che Lazzaro similmente ricevette i mali; ma ora qui egli è consolato, e tu sei tormentato.

 

E chiaro che il ricco una volta morto si ritrovava NEL TORMENTO,E I SUOI PENSIERI NON ERANO AFFATTO CESSATI.Mentre invece i suoi PROGETTI E I SUOI DISEGNI DELLA VITA TERRENA QUELLI INVECE ERANO CESSATI.

Le sue ricchezze erano svanite e adesso si ritrovava nell'angoscia e nel tormento.

Questo é anche illustrato da alcuni passi di Proverbi.

 

Proverbi 5:11-13

 

11 perché tu non abbia a gemere QUANDO VERRÁ LA TUA FINE, QUANDO LA TUA CARNE E IL TUO CORPO SARANNO CONSUMATI,

 

12 e tu non dica: «Come ho fatto a odiare la correzione, e come ha potuto il mio cuore disprezzare la riprensione?

 

13 Come ho fatto a non ascoltare la voce di chi m’insegnava e a non porgere l’orecchio a chi m’istruiva?

 

Qui é molto evidente,DOPO LA MORTE SI É COSCIENTI,SI PENSA ancora. Proverbi ben illustra quello che puó succedere DOPO CHE LA CARNE IL CORPO SARÁ CONSUMATO,si puó CON RAMMARICO PENSARE AL PASSATO E DIRE: «Come ho fatto a odiare la correzione, e come ha potuto il mio cuore disprezzare la riprensione?.''

 

Il ricco della parabola che fece Gesú, dopo la sua morte fece proprio questa esperienza.

23 ''E nell’Ades, essendo nei tormenti, alzò gli occhi e vide da lontano Abraamo, e Lazzaro nel suo seno; 24 ed esclamò: “Padre Abraamo, abbi pietà di me, e manda Lazzaro a intingere la punta del dito nell’acqua per rinfrescarmi la lingua, perché SONO TORMENTATO in questa fiamma”. 25 Ma Abraamo disse: “Figlio, ricòrdati che tu nella tua vita hai ricevuto i tuoi beni e che Lazzaro similmente ricevette i mali; ma ora qui egli è consolato, e tu sei tormentato.'' (Luc 19:23-25)

 

Ma oramai per il ricco era troppo tardi.

 

Proverbi 21:13

13 ''CHI CHIUDE L'ORECCHIO AL GRIDO DEL POVERO GRIDERÁ ANCH'EGLI, E NON GLI SARÁ RISPOSTO.''

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Informazioni

  1. Notiziario
  2. Calendario Cristiano 2018
  3. Scrivici
Il nuovo NOTIZIARIO è ONLINE! Clicca su "notiziario" nel menù a sinistra per poterlo scaricare
E' disponibile il calendario cristiano 2018! Clicca su "Calendario 2018" nel menu a sinistra per maggiori informazioni.
Hai domande e cerci una risposta? clicca su "Scrivici!" nel menù a sinistra.

Novità

Nuove Testimonianze

Riflessioni

Testimonianze


Theater der Spiegel (Italienische Gemeinde)

La Comunità

Libro consigliato:

Style I Style II Style III