Menu
Tablet menu

In Giovanni 14:28, Gesù dice: "Il Padre è maggiore di me".

I Testimoni di Geova insegnano che questa scrittura dimostra che Gesù non è Dio, ma una creatura inferiore a Lui.

La parola originale greca che viene tradotta con "maggiore" è MEIZON, che denota una differenza di stato, non di QUALITÁ per indicare una differenza di qualità si userebbe invece la parola KREITON, che vuole dire "superiore, migliore".

Dio il Padre è "maggiore" MEIZON del Figlio per quanto concerne il suo stato umano, in cui Gesú si era venuto a trovare. Gesú infatti si era SPOGLIATO DELLA SUA DIVINITÁ E SI ERA FATTO UOMO.

In Filippesi 2:6-8 viene detto che Gesú TROVANDOSI IN FORMA DI DIO, SVUOTÓ SE STESSO DELLA SUA FORMA DIVINA, E SI VENNE A TROVARE ESTERIORMENTE COME UOMO.

É interessante che viene detto che Gesú si ritrovó ''ESTERIORMENTE COME UOMO'', questo vuole dire che solo ESTERIORMENTE ERA UOMO, MA INTERIORMENTE ERA DIO.

In Ebrei 1:4, è scritto che il Figlio '' É DIVENTATO SUPERIORE AGLI ANGELI "; la parola usata qui è KREITON, che denota QUALITÁ anziché stato. Dunque Gesù, IN FORMA DI UOMO, si era ritrovato ad essere COME STATO IN UNA FORMA INFERIORE AGLI ANGELI E INFERIORE AL PADRE. Solo dopo la sua resurezione É DIVENTATO SUPERIORE AGLI ANGELI, questo vuole dire che prima mentre Gesú era uomo non lo era superiore agli angeli, visto che Ebrei dice che LO É DIVENTATO DOPO SUPERIORE AGLI ANGELI.

Infatti sempre in Ebrei legiamo:

 

Ebrei 2:7,9

7 ''Tu lo hai fatto di poco INFERIORE AGLI ANGELI; lo hai coronato di gloria e d’onore;

9 però vediamo colui che è stato fatto di poco INFERIORE AGLI ANGELI, cioè Gesù, coronato di gloria e di onore a motivo della morte che ha sofferto''

 

É molto chiaro dunque che sebbene Gesú fosse Dio uguale al padre, quando la parola si fece carne, si ritrovó ad essere ESTERIORMENTE UN UOMO MORTALE, e quindi MINORE come stato, sia del padre, che anche come si legge in Ebrei persino inferiore agli angeli.

 

''Perció egli (Gesú) doveva DIVENIRE SIMILE AI SUOI FRATELLI IN OGNI COSA'' (Ebr 2:17)

''Poiché dunque I FIGLI HANNO IN COMUNE SANGUE E CARNE, egli (Gesú) pure vi ha similmente partecipato'' (Ebr 2:14)

''EGLI STESSO HA SOFFERTO LA TENTAZIONE '' ( Ebr 2:18)

'' PER CONDURRE MOLTI FIGLI ALLA GLORIA era giusto che...(Dio) RENDESSE PERFETTO, per via di sofferenze, l'autore della loro salvezza...egli (Gesú) non si vergogna di chiamarli fratelli'' (Ebr 2:10-11)

''E RESO PERFETTO divenne per tutti quelli che gli ubbidiscono AUTORE DI SALVEZZA'' (Ebr 5:9)

''IL FIGLIO CHE É STATO RESO PERFETTO IN ETERNO'' (Ebr 7:28)

 

Queste scritture dimostrano che Gesú si ritrovó ad essere uomo spogliato della sua divinitá, poteva ESSERE TENTATO come un uomo, ecco perché aveva bisogno di pregare il padre, e come si legge in Ebrei, MEDIANTE LE SOFFERENZE E LE TENTAZIONI CHE SOFRÍ FÚ COSÍ RESO PERFETTO IN ETERNO.

Dunque quando Gesú disse ''il padre é maggiore di me'', non stava dicendo che lui era una creatura inferiore a Dio padre, ma che nella sua forma umana in quello STATO umano in cui si era venuto a trovare, il padre era maggiore.

SOLO COME UOMO GESÚ ERA inferiore al padre e persino inferiore agli angeli.

Informazioni

  1. Notiziario
  2. Calendario Cristiano 2018
  3. Scrivici
Il nuovo NOTIZIARIO è ONLINE! Clicca su "notiziario" nel menù a sinistra per poterlo scaricare
E' disponibile il calendario cristiano 2018! Clicca su "Calendario 2018" nel menu a sinistra per maggiori informazioni.
Hai domande e cerci una risposta? clicca su "Scrivici!" nel menù a sinistra.

Novità

Nuove Testimonianze

Riflessioni

Testimonianze


Theater der Spiegel (Italienische Gemeinde)

La Comunità

Libro consigliato:

Style I Style II Style III